Nuovo studio sui fattori che influenzano la variabilità dei flussi di CO2 nelle praterie alpine

Questo studio, pubblicato su Science of the Total Environment, descrive un'analisi statistica dei flussi di anidride carbonica e delle cause della loro variabilità nelle praterie alpine. Differenti modelli empirici vengono confrontati utilizzando un dataset di misure dirette, ottenute in tre anni di campionamento presso l'Osservatorio di "Critical Zone" ai Piani del Nivolet, Parco Nazionale del Gran Paradiso (Alpi Occidentali). Risultato principale del lavoro è l'identificazione di un modello che evidenzia quali fattori meteoclimatici e geochimici determinino la variabilità dei flussi di anidride carbonica fra suolo, vegetazione e atmosfera nella "Critical Zone".

Riferimento bibliografico: M. Magnani, I. Baneschi, M. Giamberini, P. Mosca, B. Raco, A. Provenzale, Drivers of carbon fluxes in Alpine tundra: a comparison of three empirical model approaches, Science of The Total Environment, 2020, Volume 732, 139139, ISSN 0048-9697, https://doi.org/10.1016/j.scitotenv.2020.139139, ArXiv link,
arxiv.org/abs/2004.14262.

Per informazioni contattare: Marta Magnani, CNR-IGG (marta.magnani(at)igg.cnr(dot)it).