Workshop: From science to praxis. Experiences employing geophysical methods to characterise geothermal anomalies

Nell'ambito del progetto europeo PIXIL è stato organizzato il secondo workshop internazionale sull'uso dei metodi geofisici per caratterizzare le anomalie geotermiche, dal titolo "From science to praxis - Experiences employing geophysical methods to characterise geothermal anomalies". L'evento, organizzato da GEOPLAT in collaborazione con Barcelona Supercomputing Center (BSC), Universitat de Barcelona, RealTimeSeismic e POLE AVENIA, avrà luogo il 26 maggio in modalità telematica via Zoom dalle 9:00 alle 13:30.

L'obiettivo del workshop è quello di presentare i recenti progressi nell'inversione e modelling geofisici, e di apprendere da esperienze pratiche in cui i metodi geofisici sono stati utilizzati per caratterizzare gli ambienti geotermici. L'uso corretto di questi metodi rappresenta una risorsa nella fase iniziale di qualsiasi progetto geotermico in quanto aiutano a ridurre i costi di esplorazione e forniscono le informazioni necessarie per la fase di progettazione.

L'evento, che sarà tradotto simultaneamente in inglese, francese e spagnolo, vedrà la partecipazione di aziende e scienziati del settore, tra cui: Sophie Hautot (Groupe IMAGIR), Adele Manzella (CNR-IGG), Alexandre Stopin (BRGM), Stijn Bos (HITA), Jean-Claude PUECH (RTS), Stephen Hallinan (CGG); Juan Klimowitz Picola e Enrique Hernández (GESSAL), Leonardo Azevedo (CERENA-Centro de Recursos Naturais e Ambiente, Instituto Superior Técnico), Sean Goodman (Seequent), Pilar Queralt, Gemma Mitjanas Colls, Juanjo Ledo e Laura del Val Alonso (Università di Barcellona), e Celestino García-Noceda (Geological and Mining Institute of Spain IGME).

Ulteriori informazioni, il programma della giornata e il link per l’iscrizione sono disponibili alla pagina: pixil-project.eu/en/media/eventos/workshop-de-la-ciencia-la-praxis-experiencias-en-el-empleo-de-metodos-geofisicos-para.