Andreadiniite: un nuovo solfosale di piombo, antimonio, mercurio, argento e rame

Andreadiinite as black metallic masses in quartz vein. Sant'Olga level, Monte Arsiccio mine. Collection Museo di Storia Naturale, University of Pisa. Catalogue number 19688.

Andreadiinite as black metallic masses in quartz vein. Sant'Olga level, Monte Arsiccio mine. Collection Museo di Storia Naturale, University of Pisa. Catalogue number 19688.

È stata scoperta una nuova specie minerale – un solfosale di piombo, antimonio, mercurio, argento e rame - in vene di quarzo nella miniera di Monte Arsiccio (Stazzema, Alpi Apuane). Il minerale è stato chiamato da Cristian Biagioni e collaboratori, “Andreadiniite” in onore di Andrea Dini, ricercatore IGG-CNR, per il suo contributo alla conoscenza dei giacimenti minerari e alla mineralogia dei depositi di mercurio delle Alpi Apuane.

Articolo: Lead-antimony sulfosalts from Tuscany (Italy). XXIII. Andreadiniite, CuAg7HgPb7Sb24S48, a new oversubstituted (Cu,Hg)-rich member of the andorite homeotypic series from the Monte Arsiccio mine, Apuan Alps; European Journal of Mineralogy (2018) 30 (5): 1021-1035; doi.org/10.1127/ejm/2018/0030-2765

Per maggiori informazioni: Andrea Dini (andrea.dini(at)igg.cnr(dot)it).