Progetto VAPORE 

La lunga vita di una discarica

Resp. Dott.ssa Brunella Raco

Il progetto “VAPORE”, acronimo di Valutazione del Potenziale Residuo, si prefigge lo scopo di quantificare la capacità residua di produrre biogas (CO2+CH4) di rifiuti che hanno subito processi di stabilizzazione meccanica – biologica (Frazione Organica Stabilizzata – FOS) e di rifiuti che sono stati oggetto di smaltimento definitivo in discarica. Per questi ultimi l’obiettivo è valutare le potenzialità residue in termini qualitativi e quantitativi in funzione dell’età di smaltimento, mentre per la FOS l’oggetto della ricerca è orientato a definire il grado di effettiva stabilizzazione raggiunto. Per raggiungere gli scopi del progetto, IGG-CNR, in collaborazione con il DIEF di Firenze e TerreLogiche Srl, cofinanziato dalla società Belvedere Spa, ha programmato una serie di test standard di produzione del biogas (BMP, GB21),  analisi chimiche (CH4, CO2, N2, O2, Ar, H2, H2S) e isotopica (d13CCO2, d13CCH4) dei gas prodotti dai test (a 3, 7, 14, 21 e 91 giorni) oltre ad analisi elementari della matrice solida (C, N, H, O) e alla modellazione matematica della produzione sul lungo periodo, calibrata sui dati emersi dai test condotti in laboratorio. Il progetto permetterà di definire le tempistiche di esaurimento della produzione di biogas di un impianto di smaltimento rifiuti, fornendo al contempo le indicazioni sulla evoluzione attesa sia in termini quantitativi che composizionali e, attraverso l’uso delle tecniche isotopiche, di definire le diverse fasi dei processi di fermentazione responsabili della produzione del biogas.