L’attingimento idrico dai sistemi acquiferi è una pratica molto diffusa, che a scala globale copre oltre il 40% dell’approvvigionamento di acqua destinata ai vari usi. L’utilizzo di acque sotterranee è inoltre in crescita, sia per le variazioni del regime climatico, sia per l’incremento delle idro-esigenze, quale conseguenza dell’espansione demografica.

In questo contesto ci proponiamo di fornire un significativo contributo conoscitivo su processi e meccanismi (naturali e antropici) che regolano l’idrodinamica, l’interazione acqua-roccia e la qualità dei corpi idrici sotterranei, nonché di sviluppare modelli previsionali della loro evoluzione, con il fine ultimo di produrre risultati utili per un uso sostenibile della risorsa idrica.

Il Gruppo di Ricerca (21 ricercatori + 10 tecnici) ha un forte carattere multidisciplinare delineato da specifiche competenze geologiche, geofisiche, idrogeologiche, geochimiche e di modellistica, che da più di dieci anni si confrontano sulla tematica, producendo risultati di interesse scientifico, ma anche a carattere applicativo per la gestione e salvaguardia della risorsa idrica.

Ricerche comparate sugli aspetti fisici e chimici dei sistemi acquiferi e sulla loro dipendenza dai cambiamenti globali sono condotte per mezzo di un approccio interdisciplinare, che nello specifico coinvolge strumenti e competenze di geologia strutturale, biostratigrafia, idrogeologia, geofisica, geochimica, geochimica isotopica e modellistica numerica, con produzione di dati sperimentali durante le attività di campagna e nei vari laboratori IGG.
Numerose collaborazioni sono in corso con altri Istituti del CNR e con Università e Enti di Ricerca italiani ed esteri..

Principali Progetti Internazionali, Nazionali e Regionali finanziati dal 2010:

  • AIT - “Monitoraggio preventivo in Toscana dello stato quantitativo delle Risorse Idriche destinate all’uso idropotabile basato su previsioni meteorologiche, climatologiche e idrogeologiche”;
  • NEXTDATA (Progetto Nazionale di Interesse) - “Un sistema nazionale per la raccolta, conservazione, accessibilità e diffusione dei dati ambientali e climatici in aree montane e marine - WP 1.2: Risorse idriche sotterranee in ambiente montano e pedemontano”;
  • SMAT - “Studio degli impatti del cambiamento climatico sui corpi idrici sotterranei”;
  • ACQUASENSE-Industria 2015;
  • ULTimateCO2 - EU FP7;
  • Bilaterale Biennale CNR/ASM – MOLDOVA; RESPIRA- POR FSE;
  • Diagenesi (convenzione Eni);
  • GeoBasi (convenzione Regione Toscana);
  • CIS-corpi idrici significativi (convenzione LaMMA-Regione Toscana);
  • Zone di Protezione di captazioni Idropotabili (convenzione LaMMA-Regione Toscana);
  • Intrusione salina nell’acquifero costiero pisano (convenzione Parco Regionale MSRM);
  • Modello idrogeologico dell’Isola di Pianosa (convenzione Provincia di Livorno-Regione Toscana)

Coordinamento: Marco Doveri, (marco.doveri(at)igg.cnr(dot)it)